Maturità, partono gli orali: addio alla tesina, arrivano le tre buste

di VoceControCorrente

Arriva il momento probabilmente più temuto dagli studenti alle prese con la maturità: gli orali. Ecco tutto quello che bisogna sapere.

La Maturità entra nel vivo: partono oggi gli esami orali e debuttano nella nuova modalità con le tre buste. Gli studenti non avranno più sottobraccio la tesina, che faceva un po’ da salvagente.

Sì, perché fino allo scorso anno la tesina permetteva di partire con un argomento a scelta agli esami orali. E abbracciava diverse materie (le preferite). Quest’anno, con le tre buste nate con la riforma Bussetti, invece, gli studenti troveranno davanti a loro argomenti precedentemente predisposti dalla commissione.

Sono previste tante buste quanti sono i candidati più due unità. Le buste non conterranno quiz o domande, ma materiali di spunto: testi, progetti, disegni, fotografie. Materiali, comunque, legati al percorso non del singolo studente ma della classe intera, con argomenti del tutto casuali.

Durante il colloquio, che durerà dai 40 minuti fino a un’ora, la commissione interrogherà il candidato per concedergli fino a un massimo di 20 punti. Durante il colloquio la commissione potrà chiedere anche degli approfondimenti o delle considerazioni sulle prove scritte.

Date di inizio e fine degli orali non sono uguali per tutte le scuole: sono state infatti stabilite dalle commissioni, scuola per scuola.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati