CronacaSicilia

Massacrati a colpi di pietra, due fratelli uccisi in una casolare in Sicilia

In corso le indagini dei Carabineri.

Ieri sera, nelle campagne di Delia, un paese della provincia di Caltanissetta, in Sicilia, sono stati trovati due cadaveri.

Le vittime sono Filippo e Calogero La Monaca, rispettivamente di 74 e 76 anni, noti imprenditori agricoli di Canicattì, entrambi incensurati. Filippo, che era all’interno del casolare, invece, sarebbe stato ucciso con un colpo di pietra alla testa che gli ha fracassato il cranio.

Invece, il corpo carbonizzato di Calogero è stato trovato sotto la sua auto. A poca distanza dai due corpi sono state trovate alcune pietre sporche di sangue, molto probabilmente utilizzate per compiere il duplice omicidio. Le indagini sono condotte dai Carabinieri del Comando provinciale di Caltanissetta, che stanno cercando di risalire ai proprietari del cascinale.

I carabinieri stanno scandagliando la vita familiare delle vittime. Un fratello delle vittime, Antonino, fu ucciso in all’età di 49 anni in un agguato avvenuto, il 27 dicembre 1990, proprio all’inizio della guerra tra Cosa Nostra e Stidda.

Gli investigatori non stanno escludendo a priori alcuna pista. La famiglia La Monaca è molto nota a Canicattì. Calogero era stato assessore circa 20 anni fa e le altre due sorelle sono titolari di una rinomata gioielleria (GV).

LEGGI ANCHE: Infermiere di RSA accusato di 8 omicidi.

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close