Marcello Dell’Utri è tornato in libertà: ha scontato la pena

di Gabriele Giovanni Vernengo

Condannato a sette anni per concorso esterno in associazione mafiosa. Dal 2018 l’ex senatore di Forza Italia era agli arresti domiciliari concessi per motivi di salute. Adesso, dopo aver scontato la pena, torna in libertà.

Marcello Dell’Utri torna ad essere un uomo libero. Condannato a sette anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa, ha finito di scontare la pena.

Dell’Utri entrò in carcere nel 2014, dopo un breve fuga in Libano tentata alla vigilia della pronuncia della Cassazione che rese poi definitiva la condanna e l’estradizione in Italia. L’ex senatore era agli arresti domiciliari dal 2018 per motivi di salute.

Dell’Utri è stato detenuto in regime di alta sicurezza prima nel carcere di Parma, poi a Rebibbia. Nel 2018, i giudici gli hanno concesso i domiciliari per ragioni di salute, ha quindi goduto della liberazione anticipata prevista dalla legge.

LEGGI ANCHE: Reddito di cittadinanza: meno di 1000 posti di lavoro creati.

MA I GUAI GIUDIZIARI NON SONO FINITI

Ora però Dell’Utri dovrà affrontare il processo sulla trattativa Stato – mafia. In primo grado, l’ex manager di Pubblitalia 80′ ha avuto inflitti dodici anni, l’appello è in corso. L’ex senatore è sotto processo anche a Napoli e Milano per la sottrazione di centinaia di libri antichi.

Gabriele Giovanni Vernengo

LEGGI ANCHE: Quanto guadagna una Guardia Forestale? E come si accede al Corpo Forestale dello Stato?

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati