Esteri

L’umanità perduta: in ospedale è un robot a dirgli che sta morendo

Dagli Stati Uniti l’ennesima trovata disumana: in un ospedale è un robot a dare ai pazienti e alle famiglie le cattive notizie.

L’eccesso di tecnologia può portare ad atti veramente disumani. Esempio lampante è ciò che è successo a Ernest Quintana, un 79 ricoverato al Kaiser Permanente Medical Center di Fremont in California. A dirgli che stava morendo è stato un robot.

Per la precisione, Quintana è stato informato da un video portato da un robot. Tutto questo in presenza ddella nipote, Annalisia Wilharm, che ha denunciato l’accaduto sui suoi canali social, dicendo che è stato orribile sia per lui che per lei.

Sia il paziente che la nipote sono rimasti sotto choc per quanto accaduto: comunicare l’imminente dipartita in questo modo è stato orrendo, sebbene i responsabili dell’ospedale minimizzino dicendo solo che si è trattato di un caso “insolito”.

Il robot è entrato in camera e ha messo il paziente in collegamento Skype con un medico, che senza mezzi termini e senza un contatto umano, gli ha detto che la sua malattia era terminale: i suoi polmoni sarebbero presto collassati.

Tutto questo nonostante l’uomo stesse molto male e la nipote fosse estremamente preoccupata, al punto da chiedere spesso notizie all’infermiera di turno, che più di una volta ha risposto che sarebbe passato un medico.

Il fatto sta facendo il giro dei social: tanti amici della famiglia del malato stanno additando l’ospedale. Puoi vedere il video girato dalla famiglia cliccando qui, diffuso dal The Mercury News.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close