Bioetica

L’orrore dei feti venduti per farne cavie: il caso Daleiden e il vaso degli orrori scoperchiato

(di Filippa Tagliarino) Fa discutere il singolare processo che, in questi giorni, a San Francisco (Stati Uniti d’America), vede protagonista David Daleiden, giornalista e attivista pro-vita, che, in un’inchiesta sotto copertura, scoperchiò nel 2015 un vaso di orrori.

Deleiden, insieme alla collega Sandra Meritt, ha rilevato durante una sua indagine cinematografica un raccapricciante commercio di tessuti e organi di bambini abortiti, venduti a ricercatori medici, da parte di un’azienda del settore del biotech.

Nei video, infatti, è stato documentato che i responsabili della rete abortiva americana Planned Parenthood hanno discusso la vendita di organi fetali a società biotecnologiche (un commercio che negli USA è illegale, mentre non lo è donare tessuto fetale alla ricerca).

I due giornalisti investigativi del Center for Medical Progress hanno preso poi parte alle convention della National Abortion, registrando e filmando affermazioni che, in seguito, sono state rese pubbliche, causando uno scandalo.

Il giudice della Corte distrettuale degli Stati Uniti, William Orrick III, sostenitore dell’aborto, ha imposto una multa di circa 200.000 dollari a Deleiden e ai suoi avvocati per oltraggio alla Corte per aver sfidato un’ingiunzione che vietava loro di pubblicare «registrazioni illegali». Ma gli avvocati sostengono che tali filmati facevano già parte del registro pubblico. Oltre la cospicua somma, è in corso un procedimento giudiziario con altri capi d’accusa tra cui l’associazione a delinquere, per cui il rischio è una condanna a dieci anni di carcere.

Secondo le testimonianze nel processo in corpso, sui piccoli corpi, usati come cavie, avvenivano pratiche di aspirazione del cervello.

La lobby abortista, sostenuta a gran voce recentemente da personaggi influenti, potrebbe rimanere priva dei fondi federali fin ora rilevati. L’oscenità immorale ha raggiunto l’impressionabilità del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump e tentenna anche il Congresso.

Una forte richiesta di cuori ininterrotti e teste immacolate di bambini ancora vitali ha messo in moto quello che si potrebbe definire «un circolo di sevizie ad anime infauste», che in una sorte acre, priva di inclinazione amorevole, nei pochi istanti di esistenza, trovano il conforto essenziale in mani glaciali di quei carnefici che, senza alcuna remora, agiscono in nome della scienza.

Leggi anche: Ovuli in ‘Cassaforte’: Egg freezing oggi per essere madre domani.

Filippa Tagliarino

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close