Storie

Locale apre in anticipo per offrire la colazione a bimba malata di leucemia

Tra le tante storie che sentiamo ogni giorno, alcune toccano il cuore e ci ricordano che una delle doti più grandi dell’essere umano risiede proprio nella sua empatia col prossimo, che può condurlo ad azioni – forse piccole – ma degne di essere raccontate al pari di eroiche gesta.

Da sette mesi, la piccola Adelaide Stanley lotta contro la leucemia: ospedali e terapie sono diventate parte integrante della sua quotidianità e di quella della sua famiglia. Un semplice raffreddore potrebbe essere un problema serio per lei, che ha delle difese immunitarie molto basse e che deve vivere, quindi, prendendo costanti precauzioni.

È per questo che domenica 26 gennaio il ristorante J. Wilson a Beaumont, in Texas, ha aperto le porte solo per lei e la sua famiglia, anticipando in esclusiva l’orario d’apertura e pulendo tutto in maniera più attenta del solito.

Come spiega Clarin, alla piccola Adelaide Stanley la leucemia è stata diagnosticata l’1 luglio 2019, giorno del suo compleanno. Dopo tre giorni ha iniziato la chemioterapia.

I suoi genitori fanno di tutto per cercare di proteggerla, dunque quando la bimba ha chiesto di andare al suo ristorante preferito, sono stati costretti a dirle di no e a rimandare anche un’azione così semplice al momento della guarigione.

Tuttavia, la madre di Adelaide ha avuto un’idea: ha contattato una sua amica che si è poi messa in comunicazione con i proprietari del locale.

Da lì il passo è stato breve: alle 8.45 di domenica 26 gennaio, Adelaide è potuta tornare da J. Wilson con la sua famiglia. Il locale, che di solito apre alle 10, ha aperto prima per riceverli e ha garantito una pulizia accurata a posta per le esigenze della piccola.

La famiglia ha potuto così consumare la colazione offerta dai ristoratori, che ha poi ringraziato con un post su Facebook che ha divulgato la notizia di questo bel gesto che restituisce il senso dell’umanità.

Quando la malattia, insieme a tante cose grandi, priva anche delle piccole, ecco che la gentilezza può restituire – almeno in parte – quanto è stato brutalmente tolto.

Gina Lo Piparo

Tag

Gina Lo Piparo

Laureata in Scienze dell'antichità, ama la natura, i viaggi, la poesia, l'arte, la scrittura e Dio, fonte di tutte queste cose. Missionaria, crede nei valori cristiani, che intende come uno stile di vita concreto, reale e rivoluzionario.

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close