EsteriIn evidenza

Libertà religiosa, arriva un’ottima notizia per i cristiani del Sudan

Ci sarà l'istituzione di una commissione per monitorare le violazioni della libertà religiosa.

Ieri, giovedì 28 maggio, il Consiglio militare di transizione del Sudan (TMC) e il Movimento di liberazione popolare del Sudan del Nord (SPLM-N) hanno concordato l’istituzione di una commissione per monitorare le violazioni della libertà religiosa nel Paese africano.

Secondo Dhieu Matouk, mediatore, si tratta di «un passo importante per affrontare le cause profonde della crisi». «La libertà religiosa fa parte dei diritti umani ma per via dell’importanza di questa libertà le due parti hanno deciso di istituire una commissione speciale», ha aggiunto.

Per SPLM-N questa è una risposta alle violazioni perpetrate sotto l’ex regime islamista. Yasir Arman, vice capo del Movimento, ha spiegato: «La creazione di un tale organo sarebbe una risposta alle violazioni delle libertà religiose e garantirebbe la piena cittadinanza ai cristiani in Sudan». Insomma, questa commissione risolverebbe un «problema importante» per i cristiani sudanesi. Fonte: Infochretienne.com.

LEGGI ANCHE: Nigeria, 26 anni di reclusione per il rapitore di un’adolescente cristiana.

Tag

Articoli correlati

Un commento

  1. Se fosse per me taglierei di netto il cordone ombelicale per le ideologie, tutte le ideologie fuori dal qualsiasi querelle governativa e la imporrei come fatto personale che interessa solo il singolo e basta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close