Gender

Lgbt senza freni: a Catania il ‘baby pride’

La manifestazione all’insegna dell’ideologia gender nel capoluogo siciliano.

Non solo adulti, ora la furia lgbt punta ai bambini. Si è svolto lo scorso 28 giugno il cosiddetto “Baby pride”, una squallida manifestazione dedicata ai più piccoli, organizzata contestualmente alla tradizionale parata di gay, lesbiche, bisessuali e transessuali. A volerla sono stati i rappresentanti della comunità arcobaleno di Catania.

Un’iniziativa all’insegna dell’ideologia gender durante la quale alcune drag queen hanno letto  favole a tematica lgbt ai bambini presenti. Un indottrinamento spaventoso, che la sezione catanese della CGIL ha voluto ospitare nei suoi locali. In molti però hanno criticato il “baby pride”, accusandolo di fare speculazioni ai danni dei più piccoli: “Che schifo!” ha scritto un utente Facebook sotto le foto della manifestazione. “Non si deve confondere l’identità sessuale dei bambini, si nasce maschio e femmina” si legge in un altro commento. Esposti anche dei cartelli di protesta davanti ai locali in cui si trovavano drag e bambini.

 

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close