L’Europa guidata da una donna, è stata scelta lei

di VoceControCorrente

Sarà Ursula Von der Leyen la candidata ufficiale alla guida della Commissione Europea. Bocciato il “pacchetto della sinistra”.

Una donna di centrodestra alla guida dell’Unione Europea. Alla fine i capi di Stato e di Governo hanno deciso: sarà Ursula Von der Leyen a presiedere la prossima Commissione Europea. L’annuncio è stato dato nel tardo pomeriggio di ieri, quando l’ennesimo vertice si è concluso con un accordo raggiunto.

Bocciata quindi la linea delle sinistre, che avevano proposto il cosiddetto “pacchetto Timmermans”, una serie di nomi cari al Partito Socialista Europeo che però non sono stati graditi né dal governo italiano, né da altri rappresentanti di area conservatrice. Sulla Von der Leyen, invece, alla fine è arrivato l’ok anche del leader ungherese Viktor Orban e dai sovranisti del “gruppo di Visegrad”. La nomina verrà ufficializzata dopo la votazione del Parlamento Europeo.

Ursula Von der Leyen, medico tedesco di sessant’anni, è l’attuale ministro della Difesa di Angela Merkel. Appartiene all’ala destra della CDU, il partito cristiano sociale che la cancelliera ha guidato per oltre un decennio.

Ma non si tratta dell’unica nomina “in rosa” decisa ieri. A guidare la Banca Centrale Europea, in sostituzione di Mario Draghi, sarà l’attuale presidente del Fondo Monetario Internazionali Christine Lagarde, francese, rigorista, anche lei appartenente ai popolari e al centrodestra.

Nel compromesso, però, i socialisti sono riusciti a conquistare la casella della presidenza del Parlamento Europeo. Con ogni probabilità, il successore di Antonio Tajani sarà un altro italiano, l’ex mezzobusto del Tg1 David Sassoli, eurodeputato del Pd.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati