Le parole “Dio” e “Gesù” cancellate nelle scuole di Pechino

di VoceControCorrente

Niente più “Dio” nè “Gesù”, e persino “Bibbia”: queste parole sono state cancellate nei libri dei bambini delle scuole elementari di Pechino.

Continuano i tentativi di cancellare la religione cristiana in Cina. Le parole “Dio”, “Bibbia” e “Cristo” sono state cancellate dai libri di testo per bambini delle scuole elementari.

Tutto questo serve per cancellare il Cristianesimo, ma secondo il Ministro Cinese per l’Educazione sarebbe un modo per “offrire agli studenti una comprensione delle altre culture”.

Tutte le letture sono state manipolate per rispondere all’imperativo del Partito di soffocare qualsiasi riferimento religioso. Questo vale anche per le favole: passaggi che si riferivano a Dio sono stati censurati.

La censura degli elementi religiosi cristiani è diffusa anche ad altri livelli scolastici. Nelle università ci sono professori che condannano i classici che contengono parole riguardanti la religione alla censura e li confiscano.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati