Lampedusa, individuati 12 cadaveri in fondo al mare: anche una mamma con un bambino

di VoceControCorrente

La Guardia Costiera ha individuato in fondo al mare, a sei miglia a sud di Lampedusa, l’imbarcazione affondata nella notte fra domenica 6 e lunedì 7 ottobre.

I sommozzatori hanno individuato 12 corpi ma potrebbero essercene degli altri. Si vanno così aggiungere ai 13 già recuperati, tutte donne.

Tra i corpi ci sono anche quelli di una donna e del bimbo di pochi mesi di cui avevano riferito i naufraghi arrivati sull’isola.

La piccola barca si è inabbissata a circa sessanta metri di profondità.

«Ci abbiamo creduto fino alla fine. Il personale della Guardia costiera di Lampedusa e il nucleo sommozzatori non ha mollato un solo giorno, nonostante il carico di lavoro ordinario che continua a gravare su Lampedusa. I nostri militari hanno messo in campo tutta la loro professionalità e anche il loro cuore», ha affermato il Procuratore di Agrigento Salvatore Vella, coordinatore dell’inchiesta sul naufragio.

Nei prossimi giorni ci sarà il recupero dei cadaveri: serviranno almeno tre giorni.

La Guardia Costiera, che sta proseguendo le ricerche, non esclude la presenza di altri corpi nella zona.

Sulla zona è impegnato anche un robot subacqueo che ha ripreso il barchino.

Leggi anche: Carlo Verdone farmacista per un giorno.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati