Politica

La giustizia contro Pillon, condannato per frasi omofobe

L’esponente leghista è stato accusato di diffamazione ai danni di un circolo Gay.

Maxi multa per il senatore della Lega Simone Pillon. Il fondatore del “Family day” e autore del discusso ddl che mira a cambiare il diritto di famiglia è stato condannato dal Tribunale di Perugia, con l’accusa di diffamazione.

I fatti risalgono a quando Pillon non era ancora in Parlamento e criticava le iniziative portate avanti dal circolo Lgbt “Omphalos” di Perugia. A causa delle sue parole definite “omofobe”, è stato protagonista di un processo che dura da più di un anno e che ora lo vede condannato a pagare 1500 euro di multa. Ma non finisce qui. A Pillon saranno addebitate le spese processuali e un risarcimento danni a favore del circolo gay, pari a 30mila euro.

Intanto, lo stesso protagonista si dice sereno e pronto a ricorrere in Corte d’Appello: “Difendere le famiglie costa caro”.

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close