Gender

Kellogg’s, ora pure i cereali LGBT: quando il cibo serve solo per divulgare

L’ ammaestramento culturale, si sa, parte dai più piccoli, e l’acuta trovata Kellogg’s, in collaborazione con GLAAD (gay and lesbiance Alliance against defamation), con cui ha stretto un sodalizio, ha lo scopo di lanciare un messaggio ‘positivo’ in occasione dello ‘spirit day’, la giornata annuale per promuovere le comunità lgbt, emettendo sul mercato, in un’edizione limitata, la confezione straordinaria che contiene tutti i cereali prodotti dalla multinazionale statinitense ‘All together’.

La confezione in questione, al costo di 20 dollari, racchiude le marche più consumate: Corn Flakes, Froot Loops, Frosted Flakes, Frosted Mini Whets, Raisin Bran, Rise Krispies e tutte le mascotte, da Tony Tiger e Toucan Sam.

Kellogg’s, che ha promesso di devolvere 50mila dollari alla GLAAD, ha dichiarato: «Siamo fatti per stare insieme. Così, per la prima volta nella storia, le nostre famose mascotte e i nostri cereali saranno offerti esclusivamente insieme nella stessa scatola di ‘All toghether cereal’. È un simbolo di accettazione; non importa come sei, da dove vieni e chi ami».

L’iniziativa ha destato polemiche fra i tanti genitori che rifiutano l’esposizione dei propri figli a ideologie molto discusse.

Lo spietato bombardamento ideologico prosegue: anche le note multinazionali conducono una battaglia psicologica celata al seguito di slogan di equità e quieto vivere, dove i forti presidiano le minoranze e i popoli restano a guardare nell’esigenza di quei prodotti che ormai servono soltanto a divulgare e non a sfamare.

Filippa Tagliarino

Leggi anche: Stop al simbolo di Venere nelle confezioni degli assorbenti.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close