Cultura & Scienze

Israele, scoperto un tempio vicino a quello di Salomone

A Motza, vicino Gerusalemme, si trova un tempio (molto probabilmente pagano) risalente al X a.C. La scoperta è il risultato degli studi pubblicati lo scorso martedì 4 febbraio dal quotidiano online The Times of Israel. Questo ritrovamento è una prova che il Tempio di Salomone non era l’unico luogo di culto di quel tempo.

ALCUNI DETTAGLI DELL’EDIFICIO

Secondo uno studio condotto dagli archeologi dell’Università di Tel Aviv e consultabile presso la Biblical Archeolgy Review, l’imponente edificio, originariamente scoperto nel 2012, è stato edificato nello stesso periodo di quello di Salomone e poggia sullo stesso piano, ma le sue dimensioni sono più piccole di un terzo. Tra i resti dell’edificio ci sono: un tavolo in pietra, usato come base durante il rito dell’offerta dei fedeli agli dei e la raffigurazione di forme umane e animali. Una prova che in quel tempo il culto non si offriva solo al Dio d’Israele, ma anche a degli dei pagani. Ad oggi è impossibile stabilire con certezza il momento in cui Israele abbandonò i riti pagani, offrendo il proprio culto solo a Yahaweh.

LE CONCLUSIONI DELL’ARCHOLOGA SHUA KISILEVITZ

Secondo Shua Kisilevitz, archeologa dell’Autorità israeliana per le antichità, molto probabilmente, questo luogo di culto è stato dagli stessi costruttori siriani, come è anche riportato dalla Bibbia.

«È impossibile – ha affermato l’archeologa Shua Kisilevitz – riuscire a costruire vicino a Gerusalemme un tempio così maestoso senza l’autorizzazione del governo. Sempre secondo Shua Kisilevitz, questa scoperta dovrebbe indurre a valutare la possibilità di altri riti religiosi praticati in quel periodo. Se potessimo ritornare nella Giudea dell’ottavo secolo –  ha detto in conclusione Shua Kisilevitz – rimarremmo stupiti dalle differenze tra le pratiche religiose di quel tempo e quelle attuali».

Gabriele Giovanni Vernengo  

LEGGI ANCHE: La Risurrezione di Cristo, il nuovo film di Mel Gibson.

Tag

Gabriele Giovanni Vernengo

Classe 94', amante della cultura e dell'arte. Fermo nei propri valori e nella sua fede cristiana, porta avanti il proprio talento tramite la poesia e il giornalismo, definite da lui stesso come «missioni» e/o « vocazioni».

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close