Esteri

Iran, giovane cristiana espulsa dall’università per le sue denunce

A fine dicembre dello scorso anno, mentre studiava per sostenere un esame di inglese, Fatemeh Mohammadi (che però preferisce essere chiamata Marie) ha ricevuto un messaggio che le comunicava, senza una spiegazione, la sua espulsione dall’Università di Azad a Teheran, capitale dell’Iran. La notizia è stata ripresa dal sito francese dell’agenzia missionaria cristiana internazionale Porte Aperte.

I primi problemi erano già sorti all’inizio dell’anno accademico. La giovane studentessa aveva riscontrato serie difficoltà nell’ottenere la carta dello studente, documento necessario per poter frequentare le lezioni.

Altri membri di minoranze religiose, come gli yârsân e i baha’i, hanno anche testimoniato che stato impedito loro di continuare gli studi in Iran. Dal 2019, il pastore Youcef Nadarkhani sta scontando una pena detentiva di 10 anni per la sua fede e ai suoi figli è stato impedito di frequentare le scuole. Questa assurda restrizione ha portato la guida religiosa a iniziare uno sciopero della fame.

LEGGI ANCHE: Nigeria, ucciso seminarista rapito dai jihadisti.

UNA GIOVANE PORTAVOCE DEI CRISTIANI

Marie ha solo 21 anni ed è una delle poche attiviste cristiane che ha deciso di rimanere in Iran. Sui social network, non esita a denunciare i sopprusi che i cristiani subiscono quotidianamente. In passato, anche lei ha trascorso sei mesi in prigione per aver frequentato una chiesa domestica.

Il giorno prima della sua espulsione dall’università, aveva denunciato attraverso un tweet il barbaro arresto di 10 cristiani di origine musulmana, «colpevoli» di aver partecipato pacificamente ad alcune attività religiose.

All’inizio di quest’anno, Marie ha lanciato una petizione online, chiedendo la libertà di culto per tutti i cristiani. In Iran, infatti, solo poche confessioni (come gli assiri e gli armeni) hanno il diritto di andare in chiesa.

Gabriele Giovanni Vernengo

LEGGI ANCHE: Coronavirus isolato a Roma, ne ha parlato anche la TV cinese.

Tag

Gabriele Giovanni Vernengo

Classe 94', amante della cultura e dell'arte. Fermo nei propri valori e nella sua fede cristiana, porta avanti il proprio talento tramite la poesia e il giornalismo, definite da lui stesso come «missioni» e/o « vocazioni».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close