EsteriIn evidenza

India, vedova e madre di 4 figlio perseguitata perché cristiana: è stata uccisa

Bajjo Bai Mandavi era una vedova, madre di quattro figli, e viveva nel villaggio di Chhattisgarh.

Bajjo Bai Mandavi era una vedova, madre di quattro figli, e viveva nel villaggio di Chhattisgarh, in India.

Tre anni fa, quando si è convertita al Cristianesimo, ha cominciato a subire delle continue persecuzioni. Diversi giorni fa, il suo corpo privo di vita è stato ritrovato nei pressi del suo villaggio. La donna, dal volto irriconoscibile, era andata a raccogliere della legna e mancava da casa da diversi giorni. A ritrovare il cadavere seminudo è stato un conducente di trattori.

I familiari e i pastori della chiesa sostengono che sia stata, prima violentata e poi uccisa. Ma, secondo loro, le autorità hanno preferito dichiarare che la donna è stata uccisa da un animale selvatico.

«Non c’è modo di sapere – spiega suo cognato Bhajnath Mandavi,  a Morning Star News –  chi fossero le persone che hanno violentato mia cognata e poi l’hanno uccisa, quindi la polizia e le autorità hanno preferito definirlo un attacco di animali selvatici». Tuttavia, il capo del villaggio sostiene che, in quell’area, non si è mai verificato un simile attacco.

Secondo il pastore Siya Yadav, che è andato lì, il corpo è stato probabilmente divorato dagli animali, dopo la morte. «Abbiamo visto – spiega il pastore – che è morta in un posto dove giaceva un mucchio di legna. Vi erano segni evidenti che era stata trascinata da un animale selvatico in un’altra posizione, e da lì alla terza posizione»

Da quando si era convertito al cristianesimo tre anni fa, Bajjo aveva subito persecuzioni nel suo villaggio. Nessuno le ha parlato da quando ha lasciato l’induismo. Ha anche ricevuto minacce violente dagli estremisti indù. A Bajjo non fu permesso di usare il rubinetto del villaggio ed era costretta a percorrere chilometri per trovare acqua. Vivendo solamente con i suoi figli, dalla morte di suo marito, avvenuta quattro anni fa, Bajjo non ha mai rinnegato la fede in Cristo.

Il pastore Salam è a capo della chiesa di 120 persone e che anche Bajjo, insieme ai suoi figli, ha frequentato, sostiene di non aver mai compreso che la giovane donna fosse in pericolo.

«Le ho sempre detto che pregavamo  per lei – afferma il pastore – e che sarebbe andato tutto bene. Non avremmo mai immaginato che avrebbe affrontato una tale brutalità. Fu violentata e poi assassinata da estremisti religiosi per la sua fede cristiana».

Bajjo ha lasciato quattro figli di 6, 8, 12 e 17 anni. Dei due figli più piccoli se ne prenderà cura sua cognato Bhajnath Mandavi. Il più grande lavora nello stato del Tamil Nadu e il ragazzo di 12 anni è sotto la custodia di altri familiari.

TRADUZIONE DA: En Inde, une veuve, mère de 4 enfants, persécutée pour sa foi, a été retrouvée morte

LEGGI ANCHE: India, cristiani perseguitati dagli estremisti indù

Gabriele Giovanni Vernengo

Tag

Gabriele Giovanni Vernengo

Classe 94', amante della cultura e dell'arte. Fermo nei propri valori e nella sua fede cristiana, porta avanti il proprio talento tramite la poesia e il giornalismo, definite da lui stesso come «missioni» e/o « vocazioni».

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close