Incendio devasta la casa, restano in piedi solo i pilastri con incisi versi biblici

di Gina Lo Piparo

Lo scenario ha lasciato i vigili del fuoco letteralmente a bocca aperta.

È accaduto a Livingston, in Louisiana, ed ha lasciato i vigili del fuoco letteralmente esterrefatti, tanto da decidere di scrivere un post su Facebook pubblicando le foto dell’accaduto. Un terribile incendio ha devastato la casa di una famiglia del luogo, miracolosamente scampata alle fiamme, ma c’è di più: dell’edificio sono rimasti in piedi solo alcuni pilastri, quelli su cui anni prima erano stati scritti versi biblici.

Era la notte del 2 febbraio quando il terribile incendio ha colpito la casa della famiglia Lovett. I pompieri giunti sul luogo hanno avuto ben poco da fare¸ l’abitazione è andata perduta.

Un dettaglio, però, ha colpito la loro attenzione: «D2, D7 e D8 erano impegnati nell’incendio di una struttura completamente coinvolta stasera su Lobell rd – si legge sulla pagina Facebook del Livingston Parish Fire Protection District #2 -. Per fortuna, la famiglia è stata in grado di fuggire dalla casa senza danni. La casa è ovviamente una perdita completa. Quello che ci ha catturato è stato che i proprietari di casa avevano scritto le Sacre Scritture su borchie da parete per la casa. Il fuoco si è fermato alle Scritture!! La Croce Rossa è stata avvisata per aiutare la famiglia».

Ebbene sì. Tutto l’edificio è stato divorato dalle fiamme ad eccezione dei punti sui quali, nel 2017, parenti e amici dei Lovett avevano scritto, su richiesta dei padroni di casa, alcuni versetti biblici per benedire la famiglia.

«Non preoccuparti per domani, perché domani si prenderà cura di se stesso. Ad ogni giorno basta il suo affanno» (Matteo 6:34), si legge da una parte, con la firma di un certo Casey .

Romani 12:12, «Rallegrati nella speranza. Sii paziente nell’afflizione. Persevera nella preghiera», campeggia su un altro punto.

Parole che oggi hanno un valore ancora più profondo per i Lovett, che, sebbene in mezzo alla difficoltà che una tragedia come questa può significare, non smettono di ringraziare Dio per essere usciti sani e salvi dalla casa, prima che il serbatoio di propano esplodesse e il tetto crollasse.

«Grazie a tutti coloro che sono accorsi e che hanno chiamato. Siamo tutti sani e insieme – ha scritto Tiffiany LaFleur Lovett sui social -. La casa è andata completamente perduta. Stiamo ancora cercando di prenderci cura di alcuni dei nostri animali domestici ma il fienile è stato risparmiato. Per favore continuate a tenerci nelle vostre preghiere. Benedici il Signore, oh anima mia e tutto ciò che è in me, benedici il suo santo nome».

Gina Lo Piparo

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati