EsteriIn evidenza

In Nigeria un altro massacro di cristiani: i terroristi sono sempre i pastori fulani

I jihadisti islamisti hanno massacrato dieci cristiani a Kafanchan e ferito altri undici.

È stato il canale Abidjan.tv a trasmettere la notizia: in Nigeria i pastori Fulani hanno massacrato dieci cristiani a Kafanchan e ferito altri undici in un attacco del 24 luglio.

Tra le vittime, un bambino di cinque anni, alcuni anziani e un pastore. Anche le case sono state date alle fiamme. «I cristiani vengono uccisi come polli. I bambini vengono massacrati. Le donne vengono violentate e aggredite. South Kaduna sta sanguinando e il governo tace. Abbiamo bisogno di aiuto!», ha detto Laments Thomas Usman, un abitante della regione.

Il giorno prima dell’attacco, come riportato su Evangelique.info, l’associazione cristiana della Nigeria aveva deplorato «le uccisioni di vite innocenti, le mutilazioni, la distruzione delle proprietà» che ha raggiunto «un livello altissimo». Ha inoltre denunciato la complicità del governo nel non riuscire a fare abbastanza per fermare questi attacchi senza fine  né di prendere provvedimenti per garantire l’arresto degli aggressori.

Il 22 luglio scorso Open Doors aveva già segnalato un attacco perpetrato tra il 10 e il 12 luglio nello stesso Stato di Kaduna. Il risultato: 22 vittime, decine ferite, 160 case bruciate e oltre un migliaio di persone in fuga.

Secondo un rapporto di una ONG della società civile nigeriana, guidata da un criminologo cristiano, la maggior parte delle vittime registrate tra gennaio e giugno in Nigeria è stato il risultato di attacchi perpetrati da membri della comunità Fulani. Gli altri omicidi di cristiani sono attribuiti a gruppi islamici radicali nel nord-est del Paese, come Boko Haram o ISWAP.

Una ONG americana ha informato il Tribunale penale internazionale dell’Aja che è stato raggiunto il livello per qualificare questi crimini di genocidio contro i cristiani. Ha chiesto un’indagine sulle atrocità di massa commesse in Nigeria.

LEGGI ANCHE: Francia, sindaco protegge una chiesa e viene aggredito.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close