In evidenzaStorie

In 3 giorni ha perso il marito e il figlio per il coronavirus, “Signore, Tu sei la mia forza”

La storia di Sandy Brown dal Michigan, Stati Uniti d'America.

Sandy Brown vive nel Michigan, negli Stati Uniti d’America. Ha perso in 3 giorni il marito, Freddie Jr e il figlio, Freddie III, 20 anni. Entrambi sono stati contagiati dal Covid-19.

Come riportato su InfoChretienne.com, nella metà del mese scorso il marito ha cominciato a manifestare i sintomi del coronavirus: febbre, affaticamento, nausea e dolori muscolari. Il 22 marzo, quando non era in grado di mangiare e di respirare senza difficoltà, è stato ricoverato in ospedale, in terapia intensicca. Prima di essere indotto al coma, lui e la moglie si sono scambiati queste parole: «Andrà bene, durerà solo pochi giorni».

Il 26 marzo, però, il cuore di Freddie Jr ha smesso di battere. Il giorno  dopo, però, anche l’unico figlio di Sandy si è ammalato con gli stessi sintomi del padre. In un primo momento Freddie III risponde così bene alla terapie da essere dimesso dall’ospedale e Sandy su Facebook aveva scritto: «Ogni chiesa in cui entrerò, piangerò nelle navate! Quindi, scusatemi ora per il disturbo! Potete sentirmi! Piangerò per la vittoria!».

Tuttavia, le condizioni di salute di Freddie Jr. sono peggiorate nuovamente a tal punto da condurlo alla morte e la donna, sempre su Facebook, ha raccontato: «In tre giorni, ho perso mio marito e mio figlio a causa di una brutta pestilenza. Ho visto mio figlio passare da guarito e felice a morto in tre giorni».

Nonostante questo dolore Sanddy ha detto che Dio è la sua forza: «Signore, tu sei la mia forza, una forza come nessun’altra», consapevole che è Dio che la tiene in questa «esperienza traumatica». «Dovrei sbattere la testa contro il muro. Ma Dio ha detto no. Sto qui grazie alla forza del Signore, non per la mia».

LEGGI ANCHE: Coronavirus, festeggiano le nozze d’argento insieme.

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close