Esteri

Immigrazione, pastore evangelico attacca governo spagnolo

Angel Manuel Hernández ha denunciato la 'passività' del governo spagnolo.

L’11 giugno scorso Angel Manuel Hernández ha denunciato la ‘passività’ del governo spagnolo per quanto riguarda la situazione dei migranti nelle Isole Canarie.

Il pastore della Chiesa evangelica Misión Cristiana Moderna ha usato i termini «abbandono assoluto» e «grande improvvisazione» a proposito dei trecento rifugiati accolti negli ultimi mesi.

Come riportato su Evangelique.info, il pastore ospita 150 migranti nella sua chiesa. In 350, poi, ricevono anche tre pasti al giorno grazie alle sovvenzioni del municipio di Fuerteventura e alle donazioni del Banco Alimentare.

In un’intervisto a una radio locale, Hernández ha affermato: «L’isola è impotente sulla migrazione; abbiamo solo Dio. Il governo spagnolo deve assumersi la responsabilità». Inoltre, il pastore evangelico non ha escluso una manifestazione per le strade con i migranti: «Potremmo iniziare facendoci notare e facendo pressione» con l’obiettivo che il ministro degli Interni spagnolo trovi soluzioni.

Oggi, domenica, 21 giugno, tutte le Chiese evangeliche celebrano la «domenica dei rifugiati».

LEGGI ANCHE: Covid-19, chiesa evangelica accoglie senzatetto.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close