FamigliaPolitica

Il “Popolo delle mamme” a Roma contro le Leggi Azzolina e Lorenzin

«Diciamo sì alla libertà di conoscere per decidere», ha dichiarato Angela Ciconte, referente di Torino e Provincia di 'Nova Civilitas'.

«Le mamme e i nonni, le categorie antropologiche più deboli e meno tutelate, scendono in difesa dei bambini, i più ignorati e aggrediti già nel grembo materno con l’aborto e noi con loro». Così ha dichiarato Angela Ciconte, referente di Torino e Provincia di ‘Nova Civilitas’, Vicepresidente e Portavoce di ‘I 5 sassi – Lo Scudo della Croce e l’Arma del Rosario’ e Presidente di ‘Più Italia’.

La manifestazione cui si fa riferimento è quella organizzata per il 5 settembre a Roma dal Popolo delle mamme, movimento nato il 6 giugno 2020.

«Noi – ha proseguito Angela Ciconte – diciamo sì alla libertà di conoscere per decidere. Dal vaccino fino all’App Immuni, infatti, la parola che si sta perdendo è proprio libertà. Chi produce il vaccino, cosa c’è dentro e quali effetti indesiderati si possono rischiare? Queste sono le domande di un popolo che al regime Covid dice no, no alla manipolazione e all’utilizzo della scienza come mezzo per piegare le coscienze e la conoscenza. Prima la verità scientifica, poi sì saremo liberi di scegliere».

«Permettere che si continui ad agire in questo modo – prosegue Ciconte – calpestando i diritti fondamentali dell’uomo attraverso il terrorismo mediatico e la serena valutazione dei dati statistici e clinici, significherebbe consegnare le nostre famiglie a una dittatura intoccabile e indiscutibile come accadeva nel nazismo e nell’Urss. Io dico SI’ dunque alla relazione gioiosa in classe attraverso le giuste regole del distanziamento che deve essere quello scientificamente provato per la sicurezza dei nostri figli. E dico NO alle mascherine tenute sulla bocca per tutto il tempo della lezione, che porterebbero disagi psichici e fisici ai nostri bambini e ragazzi».

«Smentisco infine le fake news de L’Espresso secondo cui si tratterebbe di un popolo pronto ad armarsi addirittura. Sì, siamo pronti ad armarci, al contrario di certi giornalisti, della sola spada della verità e dell’armatura della libertà, oltre che della freccia del coraggio in nome della Costituzione».

Di seguito, il testo del comunicato stampa del ‘Popolo delle mamme’:

Il Popolo delle Mamme sabato 5 settembre ha organizzato a Roma, in Piazza Bocca della Verità alle ore 16,
una manifestazione nazionale apartitica e trasversale in ogni senso ideologico, al fine di avversare
l’attuazione delle Leggi Azzolina e Lorenzin, e causarne le cancellazioni.
Si tratta di una manifestazione apartitica ma non apolitica, poiché il nostro scopo è quello di avversare gli
indirizzi politici adottati dal Governo Conte in materia di vaccinazioni cogenti ed emergenza sanitaria per la
supposta pandemia Covid 19, con particolare riguardo a tutte le attinenze ai mondi dell’infanzia e
dell’adolescenza.
Il primo nucleo associativo dell’iniziativa si è originato da un gruppo Facebook, “Salviamo i bambini dalla
dittatura sanitaria” nato il 6 giugno 2020 spontaneamente, in cui tantissime mamme italiane, oltre 26.000 in
un mese, hanno sentito la necessità di riunirsi ed agire per mettere in atto azioni e strategie concrete per
opporsi alla applicazione delle due summenzionate Leggi. L’associazione è alla testa di un Movimento in
cui le oltre 26.000 mamme sono divise in gruppi regionali e la piattaforma utilizzata non è più quella
Facebook ma Telegram. Il nostro sito internet è www.popolodellemamme.it e la nostra capacità di
radicamento e promozione nei Social network è sotto gli occhi di tutti.
Noi mamme intendiamo operare per salvare i bambini da quella che vediamo profilarsi come una vera e
propria dittatura sanitaria che il Governo Conte sta, a nostro giudizio, illegittimamente attuando. Noi
rifiutiamo le etichette di mamme complottiste, mamme no vax o mamme di estrema destra, definizioni che il
Mainstream a protezione del Governo cerca di appiccicarci in tutti i modi. Anche per questo motivo abbiamo
concepito di manifestare nella Capitale il prossimo sabato e chiarire le motivazioni profonde della nostra
azione.
Noi non accettiamo che dei concetti come il distanziamento sociale o gli obblighi di
mascheramento/bavaglio si impongano nell’educazione dei nostri figli, e pensiamo che essi significhino
distanziamento dal Valore umano, nonché insalubri esercizi di forzata respirazione di anidride carbonica, a
cui non intendiamo sottoporre i nostri figli. Noi non accettiamo che sia lo Stato ed una sua Legge illiberale
(Legge Lorenzin), ad imporre massive e non ben determinate campagne di vaccinazioni, e pensiamo che ogni
mamma abbia il diritto e il dovere di stabilire, consultandosi con i medici ed i pediatri di propria fiducia, se
sottoporre i propri figli ad alcune vaccinazioni, valutandone di volta in volta la necessità e le opportunità ad
esclusivo interesse del proprio caro, e non in forza di astrazioni politicamente corrette scaturenti da input
provenienti dall’Organizzazione Mondiale di Sanità. L’OMS è un’organizzazione controllata da interessi
farmaceutici e geopolitici verso cui riteniamo di dover esprimere un sentimento di sfiducia, che ha assunto
contorni sempre più inquietanti e per noi viscerali, alla luce delle contezze maturate in seno alle sordide
vicende di diffusione e morti causati dalla ‘pandemia Covid 19’, peraltro mai effettivamente proclamata dalla
stessa OMS. Questa organizzazione internazione e privata, rispetto a cui le due grandi Democrazie della
Tradizione Angloamericana hanno recentemente preso le distanze, sembra essere concepita per supportare
un’azione di prevaricazione politica transnazionale delle Democrazie, degli Stati e dei corpi intermedi, tra
cui in primis la famiglia, allo scopo ultimo di snaturare l’essenza di libertà e unicità di ogni singolo essere
umano. In ultimo, quantunque la nostra mission politica sia apartitica, riteniamo legittimo ed evidente
rifiutare dei nostri accreditamenti nel Centrodestra o addirittura nell’estrema destra, due categorie e
duesteccati ideologici vetusti ed inutili, che non ci rappresentano e che perciò rifiutiamo.

Chiediamo, come mamme, a tutti gli italiani di scendere in Piazza, perché c’è più di qualcosa che non ci
quadra, e per queste ragioni siamo disposte a sfoderare il carisma delle leonesse e la determinazione di chi
ha dato al Mondo ogni essere umano presente su questa Terra.
Tutti gli esseri umani sono mammiferi, e nessuno potrà mai cambiare e sminuire questa verità biologica e
naturale, che ci conferisce il diritto e il dovere di amare le nostre creature fino alle estreme conseguenze.
Siamo certi che il colore bianco della maglietta (in segno di neutralità assoluta e purezza d’animo) possa
essere indossato da chiunque voglia sostenere le mamme il 5 settembre a Roma, senza strumentalizzazioni di
partiti politici o altri fini se non quelli testé proclamati.
Ringraziamo tutti coloro che a titolo individuale e senza colore di parte vorranno esserci fisicamente o con il
cuore e coloro che già hanno aderito pubblicamente come l’on. Vittorio Sgarbi.
Tiziana Coppola
Portavoce Popolo delle Mamme

LEGGI ANCHE: “Pro vita? Termine razzista da eliminare”, lo dice uno scrittore di Rolling Stone

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close