In evidenzaPolitica

Il Papa ‘bacchetta’ i Vescovi: “Obbedienza alle disposizioni”

Le parole del Pontefice per spegnere l'attacco della CEI al Governo Conte?

Papa Francesco, seppur non in maniera esplicita, è intervenuto sulla querelle tra la Comunità Episcopale Italiana (CEI) e il Governo Conte perché le messe continueranno ad essere sospese, almeno fino al 15 maggio.

Infatti, dopo la dura presa di posizione espressa ieri dalla CEI, il Pontefice, a Santa Marta, ha invitato alla «prudenza» e alla «obbedienza» affinché non torni la pandemia. Le sue parole: «In questo tempo nel quale si incomincia ad avere disposizione per uscire dalla quarantena, preghiamo il Signore perché dia al suo popolo, a tutti noi, la grazia della prudenza e obbedienza alle disposizioni perché la pandemia non torni».

Eppure il cardinale Camillo Ruini, ex presidente della CEI, in un’intervista rilasciata a Il Giornale, ha affermato: «L’eucaristia per i credenti è anzitutto un bisogno, il bisogno del pane della vita. Il Papa ha dato voce a questo bisogno che riguarda tutta la Chiesa. Purtroppo il governo, nell’ultimo decreto della Presidenza del consiglio, ha disatteso questo bisogno, arrogandosi competenze non sue riguardo alla vita della comunità cristiana».

E ancora: «Bene ha fatto quindi la Conferenza episcopale a protestare con forza. Ora il governo ha il dovere di rivedere le sue posizioni».

LEGGI ANCHE: Conte: “Il Governo non ha nessun atteggiamento materialista”.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close