Politica

Il governo taglia le pensioni, da aprile ci sarà il ricalcolo

Pronti tagli a milioni di assegni, per diverse centinaia di euro. In molti casi, i pensionati dovranno restituire le eccedenze percepite da gennaio a marzo.

Una brutta sorpresa per i pensionati italiani è in arrivo dal prossimo mese di aprile. Il governo giallo-verde ha disposto la decurtazione di ben 5,6 milioni di assegni previdenziali, per cui entrerà in vigore un vero ricalcolo. Si tratta dei tagli previsti per le pensioni superiori a 1.522 euro, una misura che ha visto duellare ancora una volta Lega e M5S.

Ma se, in alcuni casi, gli assegni saranno alleggeriti di qualche centesimo, molti saranno coloro che vedranno calare la propria pensione di alcune centinaia di euro. Il governo però non si è di certo fermato qui. Dal momento che il ricalcolo sarebbe dovuto entrare in vigore a gennaio, l’Inps provvederà a chiedere ai pensionati la restituzione delle eccedenze, relative ai primi tre mesi dell’anno. Insomma, una bella stangata per molti italiani.

Secondo le stime, il valore del bottino che il governo accumulerà praticando questi “sconti”, sarebbe intorno a 3,6 miliardi di euro. La somma andrà a coprire una parte delle spese relative all’altra grande riforma pensionistica dei giallo-verdi, la quota cento.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close