Esteri

Hong Kong, la nuova legge potrebbe già portare all’arresto di un cardinale

Si tratta di Joseph Zen. I dettagli.

Il cardinale Joseph Zen ha dichiarato di essere pronto ad essere arrestato ai sensi della nuova legge sulla sicurezza nazionale di Hong Kong.

L’88enne ha dichiarato in un video pubblicato sulla sua pagina Facebook che Hong Kong deve «prepararsi all’impensabile dopo che Pechino ha imposto nuove leggi rigide che reprimono la libertà di parola. Starò attento. Tuttavia, quando lo riterrò necessario, dirò quello che penso».

«Se tali parole giuste saranno considerate contrarie alla legge, sarò soggetto all’arresto. Molti predecessori hanno resistito allo stesso modo. Abbiamo visto come Dio li ha sempre aiutati», ha aggiunto il cardinale.

La legge sulla sicurezza nazionale è entrata in vigore il 1° luglio, il 23° anniversario della restituzione di Hong Kong alla Cina da parte della Gran Bretagna nel 1997.  Secondo la legge, i presunti atti di sovversione, secessione, terrorismo e interferenze straniere potranno essere processati da un’agenzia speciale creata da Pechino. Fonte: Infomediachrist.com.

LEGGI ANCHE: Pakistan, giovane cristiano ucciso da un musulmano.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close