Governo Conte-bis: c’è il sì del Senato (ma con 2 senatori in meno rispetto a quello precedente)

di VoceControCorrente

(di Redazione) Dopo la Camera dei Deputati arriva il sì del Senato della Repubblica alla fiducia al nuovo governo guidato da Giuseppe Conte, sostenuto dalla maggioranza M5S – PD – LeU.

L’Aula di Palazzo Madama ha approvato la mozione di fiducia con 169 voti a favore, 133 contrari e 5 astenuti.

Durante il dibattito l’ex vicepremier Matteo Salvini ha attaccato il Presidente del Consiglio dei Ministri, chiamandolo Conte – Monti e accusando il governo di essere affamato di poltrone.

Dura la replica del premier: «Poi con calma nelle prossime settimane spiegherete al Paese cosa ci sia di dignitoso in tutti i repentini voltafaccia che ci sono stati in poche settimane». E ancora: «Evocate spesso il concetto di dignità: è molto importante anche sul piano giuridico, diritto fondamentale della persona. Ma la dignità per quanto riguarda il ruolo e le funzioni del presidente del Consiglio non possono essere riconosciute o meno a seconda che lavori al vostro fianco o meno. Ero l’alfiere degli interessi nazionali fino a ieri e oggi scopro che non lo sono mai stato. La dignità mi può derivare solo dal fatto di servire con disciplina, onore, massimo sforzo e determinazione gli interessi del mio Paese».

Salvini aveva detto: «Non la invidio, presidente Conte-Monti. Si vede uno quando ha il discorso che gli viene da dentro e quando uno deve eleggere un compitino a cui non crede neanche lui. Siete passati dalla rivoluzione al voto di Casini, Renzi, Monti. Torno a casa con una poltrona di meno, ma con tanta dignità in più. Lascio voi a giudicare se questa operazione è di verità, e di coscienza: milioni di italiani non la pensano così».

Da rimarcare, infine, che il governo giallorosso ha incassato la fiducia di un totale di senatori inferiore a due rispetto a quello del ‘cambiamento’.

Redazione

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati