Cultura & Scienze

Il doodle di Google di oggi è dedicato alla Giornata mondiale degli insegnanti

Il significato del doodle di oggi e della ricorrenza istituita nel 1994 dall'Unesco

5 ottobre 2020: oggi è la Giornata mondiale degli insegnanti e Google celebra la ricorrenza con un doodle appositamente dedicato.

L’iniziativa – ha rimarcato l’Unesco – ricorda l’impegno di tutti i docenti “fondamentale per fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva e opportunità di apprendimento per tutti, con l’obiettivo di incrementare il livello di alfabetizzazione globale e ridurre l’abbandono scolastico precoce, contribuendo a migliorare la vita delle persone e a raggiungere lo sviluppo sostenibile”.

Giornata mondiale degli insegnanti, il doodle di Google

Istituita nel 1994 in memoria della sottoscrizione delle “Raccomandazioni dell’Unesco sullo status di insegnante”, la ricorrenza ha lo scopo di invitare alla riflessione sul ruolo dei professionisti della formazione e sulle sfide che quotidianamente devono affrontare.

Dunque, come quasi sempre avviene, anche Google fa la sua parte. Con colori vivaci e uno stile che rimanda al mondo dell’infanzia, nel doodle di oggi fanno la loro comparsa gli oggetti del variegato mondo della scuola.

Accanto ai tradizionali libro, righello, tavolozza di colori, matita, c’è spazio anche per un computer, che ora più che mai ci ricorda i recenti trascorsi legati al lockdown e alla didattica a distanza.

Non si tratta di un capitolo chiuso e la ricorrenza ce lo ricorda. D’altronde, proprio in questo 2020 anomalo le iniziative previste dai vari Paesi del mondo per la Giornata si terranno online. Nemmeno il titolo, ovviamente, è a caso: “Insegnanti: gestire una crisi e immaginare un altro futuro”.

Le sfide del Covid-19

“Ogni anno, la Giornata mondiale degli insegnanti ricorda il ruolo fondamentale che gli insegnanti svolgono nel raggiungere un’istruzione inclusiva e di qualità per tutti”, recita il documento dell’Unesco per l’occasione.

“La Giornata mondiale degli insegnanti di quest’anno ha un significato ancora maggiore alla luce delle sfide che gli insegnanti hanno dovuto affrontare durante la crisi di Covid-19. Come ha dimostrato la pandemia, gli insegnanti hanno dato un contributo cruciale per garantire la continuità dell’apprendimento e sostenere la salute mentale e il benessere dei loro studenti”.

La crisi ha “evidenziato debolezze persistenti in molti sistemi educativi e ha esacerbato le disuguaglianze, con conseguenze devastanti per i più emarginati – ricorda l’Unesco -. In questa crisi, gli insegnanti hanno mostrato, come hanno fatto tante volte, grande innovazione nel garantire che nessuno studente venga lasciato indietro”.

 

Tag

Gina Lo Piparo

Laureata in Scienze dell'antichità, ama la natura, i viaggi, la poesia, l'arte, la scrittura e Dio, fonte di tutte queste cose. Missionaria, crede nei valori cristiani, che intende come uno stile di vita concreto, reale e rivoluzionario.

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close