Gerusalemme, archeologi scoprono strada attribuita a Ponzio Pilato

di VoceControCorrente

Gli archeologi israeliani hanno scoperto una strada di ciottoli scavando un tunnel sotto un quartiere palestinese, a sud delle mura di Gerusalemme.

La sua costruzione risale all’anno 30 ed è attribuita a Ponzio Pilato, secondo lo studio del team di archeologi dell’Università di Tel Aviv, pubblicato sul Journal of Tel Aviv Institute of Archaeology il 20 ottobre scorso.

Si tratta di un percorso pedonale fatto di gradini che conduceva ai piedi del monte dove si trovava il tempio di Gerusalemme.

«Se molti edifici che trasformarono l’antica Gerusalemme sono stati attribuiti a Erode il Grande, questa strada è, invece, opera di Ponzio Pilato», ha affermato Donald Ariel, esperto di monete dell’Autorità per le antichità israeliane, dopo aver analizzato quelle scoperte sul percorso pedonale.

Jodi Magness, un’archeologa dell’Università della Carolina del Nord (Usa), ha espresso preoccupazione per il metodo utilizzato per questi scavi archeologici. L’esperta sostiene che scavando un tunnel «non c’è contesto ed è impossibile vedere cosa ci sia sopra o accanto». Pertanto, sarebbe difficile affermare con certezza la paternità dell’opera di Ponzio Pilato.

Infine, le autorità palestinesi hanno denunciato le intenzioni del progetto archeologico perché considerano il tunnel come un piano di «giudaizzazione di Gerusalemme est». Gli scavi, tra l’altro, avrebbero anche causato danni ad alcuni edifici in superficie.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati