Politica

Gambarini (Cambiamo!): “La Regione Emilia Romagna sostenga le famiglie non i festival pro gender”

«A parole il presidente uscente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini dice di sostenere la famiglia, nei fatti la Regione stanzia 100 mila euro per sostenere un festival organizzato da Cassero LGBT Center che nient’altro è che una manifestazione di propaganda LGBT e gender. Cioè, una serie di spettacoli ed incontri che hanno come loro intento quello di distruggere il concetto di famiglia tradizionale, che è alla base della nostra società».

Così Francesca Gambarini, componente del comitato nazionale di Cambiamo!, commenta lo stanziamento della Regione Emilia Romagna al festival Gender Bender.

«Perché quei 100 mila euro non sono stati usati per aiutare le famiglie italiane in difficoltà? Ce ne sono tantissime! Oppure per sostenere le giovani coppie o gli anziani, insomma tanto di utile si potrebbe fare con 100 mila euro. Invece si sceglie di sostenere un festival organizzato da un’associazione che ormai altro non è che una costola del Pd e della sinistra e che non ha probabilmente nessun interesse ad aiutare tutte quelle persone (la maggioranza) che non fanno della sessualità una battaglia politica. Sarebbe poi interessante che Bonaccini e le tante associazioni LGBT che ruotano attorno al Pd ci spiegassero i loro rapporti con Federica Anghinolfi, il personaggio al centro dello scandalo di Bibbiano nonchè attivista LGBT».

Leggi anche: Il sindaco di Pavia dice no alle fiabe gender in piazza.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close