In evidenzaStorie

Gaia e la persecuzione: quando la Fede è più forte della paura

Dal Kirghizistan la storia di Gaia, donna forte e coraggiosa pronta a difendere il suo Credo

Storie di donne perseguite sono all’ordine del giorno. Maltrattate e vessate, umiliate e calunniate da una ragione dispotica che volge all’annullamento dell’identità cristiana.

Una di queste donne è Gaia, nome di fantasia per tutelarne l’identità, diventata cristiana due anni fa nell’ostilità familiare, in un paese dove la donna difficilmente conosce il concetto di libertà, ovvero in Kirghizistan. Con un fratello pronto a rinchiuderla in casa pur di non farle varcare la porta di una chiesa, anche con una brutale violenza solitamente sconosciuta nella figura fraterna.

Nonostante il grande timore e le percosse al viso, con evidenti segni di disprezzo in volto, Gaia ha continuato a manifestare la sua fede, fonte di benessere per attraversare le inimicizia che la donna stava coltivando nella sua comunità.

Tuttavia, lo scorso anno Gaia ha intrapreso una svolta importante. Stabilitasi nella capitale ha trovato un lavoro e un appartamento, mettendo in atto una buona opportunità di indipendenza. Ma anche la nuova vita le ha riservato altri ostacoli, infatti, il datore di lavoro ha pressato la donna per molto tempo a causa della sua fede, costringendola a fare turni estenuanti per impedirle la domenica di partecipare al culto religioso. Ma anche stavolta Gaia ha mostrato grande coraggio e forza di volontà, resistendo all’abuso e alle ingiustizie.

Il suo tempo da donna libera, però, ha avuto vita breve. A causa dei suoi 40 anni, Gaia oggi si ritrova senza lavoro e senza possibilità di sostentamento e sarà costretta a tornare a vivere col fratello, pronto a rivendicare il predominio sulla sorella, vulnerabile e inferma in quella condizione di disagio e intolleranza verso una donna colpevole per la sua espressione di libertà e per una fede fin troppo insopportabile nello scenario di un autoritarismo religioso che ripudia ogni altro Credo.

Filippa Tagliarino

LEGGI ANCHE: Cina, rimosse le croci da 250 chiese protestanti.

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close