Franco Gatti parla della morte del figlio: “Ho ricevuto un segno dall’aldilà”

di Lilia Ricca

Il ricordo del figlio Alessio in televisione dell’ex componente dei Ricchi e Poveri, Franco Gatti.

«Beveva troppo, è stata la sua disgrazia». L’ex cantante dei Ricchi e Poveri, Franco Gatti ha parlato della morte del figlio in televisione, nel salotto di Caterina Balivo, Vieni da me, su Raiuno, e si commuove.

Dopo aver raccontato dei suoi esordi, della carriera con lo storico gruppo famoso per ‘Sarà perché ti amo’ e tanti altri successi che ancora oggi fanno il giro del mondo, Gatti ha affrontato a cuore aperto una pagina dolorosa della sua vita: la morte del figlio Alessio, 23enne, avvenuta nel febbraio 2013.

«Alessio era incredibile. Si metteva a trafficare in Borsa e dopo sei mesi guadagnava. Gli insegnavo qualche accordo al piano e imparava a suonare. Di studiare non se ne parlava, però era così. Beveva troppo e questa è stata la sua disgrazia», ha raccontato l’artista 77enne.

Gatti  ha parlato anche dei segnali che il figlio gli manderebbe dall’aldilà: «A casa veniva sempre un gabbiano la mattina sul mio terrazzino. Lo guardavo e poi se ne andava. Ero a Mosca in albergo dietro ai vetri di una finestra. Pensai a mio figlio e vidi un gabbiano. Se non era un messaggio questo? Credo che ci rincontreremo, lo spero».

Le toccanti parole dell’ex cantante hanno commosso la Balivo.

Lilia Ricca

Leggi anche: Negli USA un pastore ha battezzato più di mille soldati (e non finisce qui).

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati