EsteriIn evidenza

Francia, storica Croce spezzata “in nome della laicità”

È accaduto nel dipartimento dell'Hérault nella notte tra il 10 e l'11 maggio.

In Francia, nel dipartimento dell’Hérault, la croce di ferro alta 9,5 metri e pesante 900 kg, che si trova sul monte Pic Saint-Loup, è stata spezzata nella notte tra il 10 e l’11 maggio.

Sulla base di cemento della struttura e nella vicina stazione meteorologica sono stati scritti con la vernice rossa questi messaggi: «In nome del secolarismo», «picco secolare», «prigione di streghe eretiche», «potere delle streghe».

Come riportato su Evangelique.info, è stata aperta un’indagine.

L’imponente crocifisso era già stato danneggiato nel 1989 prima di essere rimesso in piedi pochi giorni dopo con l’aiuto di un elicottero. Fino al XIX secolo, la cima di Saint-Loup, che raggiungeva i 658 metri, era un luogo di pellegrinaggio per gli abitanti dei villaggi vicini ma anche per molti residenti di Montpellier. La croce di legno aveva lasciato il posto a un’opera in ferro inaugurata nel 1911.

Secondo Nicolas Cadène, relatore dell’Osservatorio della Laicità, la croce che «aveva acquisito un carattere storico e patrimoniale» «non è contraria al secolarismo, contrariamente a quanto sostengono coloro che l’hanon spezzata».

LEGGI ANCHE: Congresso degli USA chiede all’Algeria di riaprire le Chiese.

Tag

Articoli correlati

4 Commenti

  1. “In nome della laicità” e del rispetto della Natura e delle altre religioni le croci sulle cime dei monti andrebbero estirpate tutte quante come tante erbacce infestanti… sono un simbolo di arroganza e invasività da parte di una religione dominante, che ha voluto far vedere che può dominare il mondo dall’alto… questa poi sembra più un traliccio dell’alta tensione che un simbolo di fede!

  2. Piero.cracovia@gmail.com
    Tu sei una persona che giudica vuoi rispetto ma non lo dai. La tua ignoranza non ha limiti . Che Dio abbia pietà di te. Se tu leggessi la storia non parletesti im questo modo a me fanno schifo quelli che vogliono cambiare le regole senza rispettare il prossimo

    1. Con tutto il rispetto , ma Dio condanna qualsiasi tipo di scultura o simbolo per l ‘adorazione . Vedi. Esodo cap 20 . Il secondo comandamento che purtroppo non e’ preso in considerazione dalla maggior parte delle religioni che si professano cristiane , condanna l idolatria . Un caro saluto , Davide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close