BioeticaIn evidenza

Francia: Macron non concede l’eutanasia, Alain Cocq si lascerà morire in diretta Facebook

L'uomo è affetto da una rarissima malattia incurabile e degenerativa.

Il presidente Macron respinge la sua richiesta di eutanasia e lui decide di lasciarsi morire in diretta Facebook, come aveva preannunciato fin dall’inizio.

Alain Cocq, residente a Digione, in Francia, aveva scoperto a seguito di un intervento all’età di 23 anni di essere affetto da una rarissima malattia che provocava “assenza o insufficienza della circolazione sanguigna all’interno degli organi e dei tessuti”. Non esiste neppure un nome per la patologia, che – come l’uomo aveva spiegato all’agenzia di stampa francese Afp – conta solamente tre casi registrati al mondo, incluso il suo. Gli altri due malati sono già morti.

Costretto a letto per via della malattia incurabile e degenerativa, il 57enne aveva chiesto al presidente Emmanuel Macron di poter porre fine alla propria vita, ma l’attuale stato delle cose in Francia non l’ha consentito: «L’aiuto attivo a morire non è oggi permesso nel nostro Paese», ha risposto il presidente esprimendo rispetto e vicinanza per la vicenda.

La legge francese, infatti, consente la ‘sedazione profonda’ solo quando al paziente restano poche ore prima di una morte certa. Cocq, dunque, ha annunciato che porterà avanti la sua decisione di metter fine alle cure e lasciarsi morire: la sua agonia potrebbe durare alcuni giorni e sarà trasmessa in diretta sulla sua pagina Facebook allo scopo di lottare in favore di una legge sull’eutanasia.

Gina Lo Piparo

LEGGI ANCHE: Eutanasia a paziente affetta da demenza senile, il medico: “Non voleva morire”

Tag

Gina Lo Piparo

Laureata in Scienze dell'antichità, ama la natura, i viaggi, la poesia, l'arte, la scrittura e Dio, fonte di tutte queste cose. Missionaria, crede nei valori cristiani, che intende come uno stile di vita concreto, reale e rivoluzionario.

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close