Esteri

Francia: i genitori che accompagnano i figli in gita dovranno garantire la ‘neutralità religiosa’

La proposta sarà discussa a fine ottobre e include i genitori degli alunni tra i dipendenti scolastici.

In Francia la lotta per la neutralità religiosa della scuola continua ad andare avanti e una nuova proposta, avanzata dai senatori repubblicani, sta già facendo discutere.

La senatrice Jacqueline Eustache-Brinio, infatti, ha presentato un testo che sarà discusso a fine ottobre e che chiede la revisione dell’articolo L 141-5-1 del codice dell’educazione.

In breve, i dipendenti del servizio pubblico d’istruzione dovranno garantire la neutralità religiosa a partire dagli abiti indossati o da eventuali segni esteriori relativi alla propria fede e, nel novero di questi dipendenti, sono stati inclusi anche i genitori che accompagnano i propri figli in gita scolastica.

I senatori repubblicani ritengono, infatti, che i genitori che svolgono tale funzione si trovino «nella complessa e prolungata situazione legale dei dipendenti occasionali del servizio pubblico» – come riporta ‘La Croix’ – e, di conseguenza, anch’essi debbano garantire la neutralità religiosa.

Nonostante la proposta possa apparire come un’invasione nella libera espressione della propria fede, non si tratta tuttavia di un argomento nuovo: la presenza, ad esempio, di madri velate in gita insieme ai propri figli è stata spesso oggetto di dibattiti e discussioni in Francia e il documento in questione non è che l’ultimo anello di una lunga catena.

Gina Lo Piparo

Leggi anche: Ministero della Giustizia, concorso per 616.

Tag

Gina Lo Piparo

Laureata in Scienze dell'antichità, ama la natura, i viaggi, la poesia, l'arte, la scrittura e Dio, fonte di tutte queste cose. Missionaria, crede nei valori cristiani, che intende come uno stile di vita concreto, reale e rivoluzionario.

Articoli correlati

Back to top button
Close