Gender

Flavia Pennetta sulle tenniste transgender nei tornei: sono diverse, non è equo

Donne e uomini sono geneticamente diversi: anche Flavia Pennetta dice no alle atlete transgender nei tornei femminili di tennis.

Flavia Pennetta, ex tennista azzurra, appoggia la la collega Martina Navratilova. Come vi abbiamo raccontato, anche la Navratilova è un’ex tennista, per altro vincitrice di 18 titoli del Grande Slam, che ha dichiarato quanto fosse ingiusto giocare contro atlete transgender.

Proprio per questa dichiarazione la Navratilova – per altro dichiaratamente lesbica – è stata estromessa dall’organizzazione sportiva LGBT Athlete Ally,  che l’ha accusata di discriminazione. Questo nonostante la Navratilova abbia spiegato che non è questione di divieti o proibizioni, ma di differenze in termini fisici e strutturali.

La Navratilova ha sostenuto che i corpi degli uomini, anche se in fase “trans”, sono sicuramente diversi da quelli delle donne, cosa che potrebbe dare alle tenniste trans un vantaggio fisico. E della stessa opinione è Flavia Pennetta.

L’ex tennista ha dichiarato al quotidiano La Repubblica che un transgender è superiore fisicamente: l’ingresso nei tornei femminili sarebbe sfavorevole alle altre giocatrici, che si ritroverebbero ad avere a che fare con avversarie più potenti e superiori. Diverse e avvantaggiate.

Quello della Pennetta è l’ennesimo parere che sottolinea quanto le battaglie transgender e LGBT sconfinino spesso nell’assurdo, con pretese che purtroppo hanno ben poco a che fare con l’accettazione e sconfinano nell’affermazione coatta.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close