Politica

Finte coop e truffe agli immigrati: le accuse alla famiglia Renzi

Tre cooperative false per assumere senza pagare contributi

Dieci anni di attività illecita. Si aggrava la posizione di Tiziano Renzi e Laura Bovoli man mano che emergono i dettagli dell’inchiesta che li ha visti arrestare. I genitori dell’ex premier, da ieri ai domiciliari, sono accusati di bancarotta fraudolenta e false fatturazioni.

Dal 2009 a oggi, la coppia avrebbe dato vita a tre cooperative false, la Delivery Service Italia, la Europe Service e la Marmodiv, collegate direttamente alla loro agenzia organizzativa “Eventi 6”.

Le realtà fondate dai Renzi (definite nel loro gergo “bare”) iniziavano la propria attività, si indebitavano fino al limite, per poi fallire nel giro di qualche anno.

Fra i truffati anche diversi immigrati non registrati all’anagrafe, come  Mohammad Nazir, titolare di una ditta individuale.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close