Esteri

Film con Gesù gay, bomba molotov contro gli autori ‘Porta Fundos’

In Brasile la polizia ha offerto una ricompensa di duemila reais (circa 450 euro) a chi aiuterà gli inquirenti a far arrestare Eduardo Fazi, sospettato di aver ideato l’attentato con molotov alla sede della casa di produzione del gruppo comico Porta dos Fundos, avvenuto alla vigilia di Natale nella zona sud di Rio de Janeiro.

Come riportato dall’Ansa, l’uomo, che è latitante, ha divulgato un video sui social in cui è tornato a criticare gli attori di Porta dos Fundos per il film La prima tentazione di Cristo, trasmesso a Natale da Netflix, in cui Gesù viene raffigurato come omosessuale.

«Chi parla male di Cristo si esprime contro il popolo brasiliano», ha affermato Fauzi nel filmato trasmesso su internet. E ancora: «Quando Porta dos Fundos offende il nostro signore Gesù Cristo, aggredisce la speranza di milioni di persone che hanno Gesù Cristo come unica ricchezza».

Fauziè stato presidente dell’Associazione civica e culturale Arcy Lopes Estrella, un’entità legata al Fronte integralista brasiliano. Lo scorso 24 dicembre, le telecamere di sicurezza hanno registrato Fauzi mentre scendeva da un veicolo e lanciava bottiglie incendiarie contro i locali della casa di produzione del gruppo Porta dos Fundos nel quartiere di Humaità, a Rio.

Il sospettato, secondo la polizia, ha un «profilo violento» e nella sua casa sono stati trovati «libri legati alla religione cristiana e all’islamismo, è un imprenditore dell’alta borghesia», ha dichiarato il commissario Marco Aurelio de Paula Ribeiro. Fauzi è anche affiliato al Partito social-liberale (Psl, di destra), che nel 2018 ha candidato Jair Bolsonaro alla presidenza della Repubblica.

LEGGI ANCHE: Scuola londinese cambia la parola ‘Lord’ Jesus in una storica canzone di Natale per rispetto dei non cristiani

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close