Cronaca

Femministe contro il Congresso delle famiglie: ‘Invaderemo Verona’

Parlano le attiviste di “Non una di meno”, pronte ad occupare la città veneta con sit in e proteste. Tutto, purché sia contro la famiglia.

Se non è questa una dichiarazione di guerra, poco ci manca. E’ “allarme femministe” a Verona, dove in queste ora sta prendendo avvio il Congresso mondiale delle famiglie. Un evento, questo, dalla portata straordinaria, che riunirà nella città Veneta esperti, giornalisti, politici di tutto il mondo, pronti a riaffermare il primato della famiglia all’interno della società.

Un concetto “troppo estremo” per le signore di “Non una di meno“, l’associazione italiana che riunisce le femministe del nostro paese. Tale realtà è spesso finita col trasformarsi in mero movimento abortista, contrario a tutto ciò che i valori tradizionali propongono.

Così, le femministe hanno lanciato un grido di battaglia contro i “mostri” del Congresso: “Invaderemo Verona”. Da oggi, infatti, inizierà la contromanifestazione “Verona Transfemminista”, un’occasione per ostacolare la tre giorni sulla famiglia rivendicando libertà che nessuno ha mai affermato di voler togliere e strizzando l’occhio al mondo Lgbt.

Le attiviste veronesi confermano che tutto sia partito da loro (“Ci siamo sentite in dovere, quando ad ottobre abbiamo saputo che ci sarebbe stato il Congresso”). A loro pare si stiano unendo altre femministe dello stesso movimento provenienti da tutta Italia, nonché da altre giunte da più parti d’Europa.

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close