BioeticaIn evidenza

Eutanasia, Trizzino (M5S): «Credo che entro il 2020 la Camera approverà la pdl»

Le previsioni del deputato al Consiglio Generale dell'Associazione Luca Coscioni parlano di una svolta imminente.

Dopo il ddl contro l’omofobia, una nuova proposta di legge sarà sottoposta nei mesi a venire al vaglio della Camera e del Senato, stavolta sul tema dell’eutanasia.

«Per quanto riguarda il ddl eutanasia mi aspetto una svolta imminente, dopo il mese di settembre, che sarà un mese politicamente complicato – ha dichiarato il deputato del M5S Giorgio Trizzino al Consiglio Generale dell’Associazione Luca Coscioni presso la sede CGIL di Roma -. Abbiamo l’impegno dei capigruppo a calendarizzarlo a ottobre. Sono ottimista, credo che entro il 2020 la Camera approverà la pdl e a seguire anche in Senato non dovrebbero esserci grosse difficoltà».

Trizzino ha fornito i più recenti aggiornamenti sull’iter legislativo relativo al fine vita, avanzando anche una proposta di nome della legge sulla ‘morte volontaria assistita medicalizzata’.

L’avvocato Gallo, nella sua relazione introduttiva, aveva intanto stigmatizzato la decisione dei capigruppo della Camera dei Deputati di non inserire nell’ordine del giorno di settembre le varie proposte di legge sul fine vita, a partire da quella presentata dall’Associazione Luca Coscioni nel 2013.

«Il M5S ha accelerato nel definire un testo base – ha dichiarato Trizzino – e martedì (8 settembre) proveremo a elaborare una proposta di testo definitiva che proporremo al PD, per la definizione di un testo condiviso unico, per essere pronti in ottobre ad andare in Commissione Affari Sociali e Giustizia. Rilevo un’incoraggiante disponibilità da parte di rappresentanti di tutte le forze politiche, come sappiamo che avremo posizioni da smussare, anche all’interno del PD. Su certi temi etici e morali la politica italiana fa fatica a organizzarsi. Ci son voluti 40 anni per riuscire a parlare di cure palliative e ancora in molti non conoscono questa opportunità».

Mobilitazione dell’Associazione Luca Coscioni

Per sabato 12 e domenica 13 settembre, l’Associazione Luca Coscioni ha confermato dunque la mobilitazione nazionale con lo scopo di sottolineare la necessità del dibattito parlamentare. Lunedì 14, invece, a distanza di sette anni dal deposito della legge, si terrà una manifestazione in Piazza Montecitorio, con la creazione di un presidio non violento quotidiano sempre con le medesime finalità.

LEGGI ANCHE: Francia: Macron non concede l’eutanasia, Alain Cocq si lascerà morire in diretta Facebook

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close