Bioetica

Eutanasia, più facile ora fare pubblicità in Germania in favore del fine vita

Non è affatto una bella notizia quella che arriva dalla Germania.

Una sentenza della Corte costituzionale, infatti, ha allentato il divieto della promozione dell’eutanasia in Germania, giudicando anticostituzionale una legge del 2015 che proibiva l’incentivazione a porre fine alla vita di un paziente, a chi non fosse un familiare o una persona molto vicina al malato. Come si apprende dall‘Ansa, si trattava di una norma che limitava l’azione delle associazioni pro-eutanasia.

Tuttavia, resta vietata in Germania l’eutanasia attiva, ovvero l’induzione della morte attraverso una siringa su richiesta del paziente. Ma lì è possibile l’eutanasia assistita, cioè quella in cui viene messo a disposizione del paziente che lo richiede il farmaco in grado di porre fine alla vita.

LEGGI ANCHE: Eutanasia, Galdolfini: “L’Ordine dei Medici ha rinnegato il giuramento di Ippocrate”.

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close