Entra in un asilo e uccide un bambino a caso: “Satana mi ha ordinato di farlo”

di VoceControCorrente

Un bambino di sei anni è stato pugnalato a morte da un uomo che ha urlato «Satana mi ha ordinato di farlo» in un asilo in Russia.

Kirill Savenkov stava dormendo in una stanza in cui i bambini di solito fanno un pisolino all’asilo di Skazka quando un uomo è entrato e gli ha tagliato la gola con un coltello.

L’omicida, Denis Pozdeev, 36 anni, ha affermato che l’atto di violenza è stato mosso dalle allucinazioni che lo hanno portato a credere che il bambino fosse un mostro.

Quando Pozdeev è entrato nella scuola materna Fairytale di Skazka a Naryan-Mar, una città portuale marittima e fluviale a nord del circolo polare artico nella regione autonoma di Nenets, non è stato bloccato dalla sicurezza.

Il bambino di sei anni è morto pochi istanti dopo il brutale attacco tra le braccia delle tate della scuola materna. Pozdeev è stato arrestato dalla sicurezza e trattenuto fino all’arrivo della polizia.

Leggi anche: Per 9 anni una famiglia ha vissuto in uno scantinato credendo nella fine del mondo.

Il padre del bambino, Konstatin, devastato dal dolore, ha riferito di essere stato informato dell’accaduto dall’asilo.

Durante un interrogatorio, Pozdeev ha affermato che «voci nella sua testa» gli hanno fatto commettere il crimine, mentre i media riportano che era sotto gli effetti di droghe e alcol.

Pozdeev non era imparentato con il bambino e ha sostenuto di essere entrato casualmente nell’asilo. Ha sostenuto di avere scambiato il bambino per un mostro e lo ha attaccato.

Tuttavia, i poliziotti hanno trovato nell’appartamento dell’omicida alcuni pezzi di carta con informazioni base sull’asilo i Skazka, come gli orari di lavoro e il numero dei bambini presenti.

Oltre al caso di omicidio in sé, gli investigatori stanno indagando anche sugli standard di sicurezza dell’asilo, evidentemente insoddisfacenti.

Da CronacaSocial: Quanto costa mangiare al ristorante di Carlo Cracco?

Da SaluteLab: Un quarto dei maiali di tutto il mondo potrebbe scomparire.

 

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati