Politica

Emma Bonino e la figuraccia a scuola: il discorso a Roma fa flop

Emma Bonino viene umiliata dagli studenti di una scuola di Roma, che dibattevano con lei sul tema “L’Italia ha bisogno di più o meno Europa?”

È stata invitata in una scuola nella periferia Sud di Roma, Emma Bonino. Doveva essere l’intelocutrice di punta di un dibattito che verteva sul tema “L’Italia ha bisogno di più o meno Europa”? Ma le cose non sono andate come pensava.

La Bonino ha detto cose che i ragazzi non condividevano. Primo fra tutti, il luogo comune che “noi” non vogliamo fare i lavori che fanno i migranti, come raccogliere i pomodori, occuparsi degli anziani, fare i turni di notte.

Un luogo comune che gli studenti hanno subito smontato, dicendo che ciò non è vero e che è la retribuzione irregolare che viene data ai migranti che fa la differenza e impedisce di lavorare.

Per quanto riguarda l’Europa, gli studenti si sono mostrati molto poco convinti sulla necessità di restare nell’Ue. La Bonino ha spiegato le difficoltà della Brexit, ma gli studenti hanno subito risposto che se gli inglesi l’hanno fatto, un motivo ci sarà. E che sarebbe bene pensare a cosa serve all’Italia, prima che pensare a ciò che serve all’Europa.

La Bonino ha cercato di sostenere che l’Unione Europea è nata dalle ceneri delle guerre e che ne impedisce il ritorno, ma anche su questo gli studenti si sono dimostrati scettici. E così dicendo, fino a quando gli studenti non l’hanno salutata, insoddisfatta e triste.

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close