Emergenza acqua alta a Venezia, il sindaco: “State a casa” / VIDEO

di VoceControCorrente

«Una marea eccezionale sta interessando Venezia: 187 centimetri. Dopo i 194 centimetri del 1966 è il secondo livello nella storia».

Così in un tweet il Comune di Venezia. Domani – mercoledì 13 novembre – è stata disposta la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado a Venezia e isole.

Sta cominciando, comunque, a scendere la marea, dopo aver toccato il picco di 187 centimetri alle ore 22.50 alla stazione di Punta della Salute. Alle ore 23.00 lo stesso punto di rilevamento ha segnato 181 centimetri.

LEGGI ANCHE: Cosa fare e non fare prima, dopo e durante un’alluvione.

In un filmato diffuso sui social media il sindaco Luigi Brugnaro ha affermato: «Abbiamo bisogno che tutti ci diano una mano, e bisogna essere tutti uniti per affrontare questi che sono evidentemente gli effetti dei cambiamenti climatici. Adesso il Mose si capisce che serve. Domani ci aspettiamo un nuovo picco, bisogna che la gente stia a casa».

In un altro filmato il primo cittadino ha detto: «Venezia continua a essere angustiata dalle acque alte eccezionali. L’anno scorso, quest’anno uguale. Chiediamo al governo di partecipare e di capire a che livello è l’organizzazione del Mose, perché qui si rischia veramente di non farcela più. Domani chiederemo lo stato di calamità. Chiediamo che ci diano una mano perché i costi sono tanti. Siamo qua che aspettiamo, purtroppo abbiamo raggiunto un nuovo record negativo».

VIDEO:

LEGGI ANCHE: Processo Cucchi, colpo di scena: giudice lascia l’incarico.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati