Politica

Educazione civica e note: ecco la nuova riforma della scuola

Le modifiche entreranno in vigore con il nuovo anno scolastico.

No alle note, sì all’educazione civica. E’ una riforma molto attesa quella riguardante la scuola “elementare”, in vista del nuovo anno scolastico 2019/20. Le novità erano state annunciate più volte dal ministro all’Istruzione Marco Bussetti, ma solo lo scorso 30 aprile, mediante la definitiva approvazione, sono diventate realtà.

Nello specifico, la riforma ha di fatto cancellato la possibilità per gli insegnanti di sanzionare i bambini indisciplinati mediante note ed espulsioni. Un provvedimento che, secondo l’Associazione nazionale Presidi, era necessario da tempo, in quanto “i più piccoli devono essere educati tramite l’empatia e il buon esempio e non attraverso punizioni”.

Ma le novità volute da Bussetti non si fermano qui. Come già ribadito dallo stesso vice premier Matteo Salvini, la materia dell’educazione civica tornerà a far parte dei programmi scolastici. a partire proprio dalle elementari.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close