Ecco quale malattia sta uccidendo nei Paesi più ricchi (e meno in quelli poveri)

di VoceControCorrente

Ad affermarlo uno studio britannico che ha sottolineato l’incidenza maggiore anche rispetto alle malattie cardiovascolari.

(Di Gina Lo Piparo) Nei Paesi ricchi il cancro uccide di più delle malattie cardiovascolari, responsabili fino a poco tempo fa del numero più alto di decessi.

Ad affermarlo due studi pubblicati qualche giorno fa sulla rivista scientifica britannica The Lancet i quali hanno anche ipotizzato che il cancro potrebbe diventare la causa di morte più comune al mondo nel giro di pochi decenni.

Oggetto di studio di tali ricerche una popolazione di 160mila adulti in 21 Paesi con diverso tipo di reddito, dal 2005 al 2016.

Le malattie cardiovascolari hanno causato soltanto nel 2017 la morte di circa 17,7milioni di persone (il 40% dei decessi, insomma), mentre il cancro circa il 26% delle morti. Se si guarda ai soli paesi ricchi, però, ecco che quest’ultimo ha provocato la morte di chi ne è stato affetto 2,5 volte in più rispetto al primo tipo di patologie.

Per i Paesi a basso reddito, invece, il quadro che viene fuori dallo studio è ben diverso e quasi paradossale: il rischio di malattie cardiovascolari è meno diffuso ma queste uccidono tre volte di più rispetto al cancro.

A spiegare il fenomeno ci pensano fattori d’altro tipo: l’accesso e la qualità delle cure per questa fascia della popolazione mondiale è, infatti, di gran lunga peggiore rispetto ai paesi ricchi, il che spiega i risultati incongruenti ad un primo sguardo.

Gina Lo Piparo

Leggi anche: Studio shock: “Credere in Dio? Si trova in fondo alle priorità della Generazione Z”.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati