Cronaca

È morto Pietro Migliaccio, il nutrizionista della Tv

Si è spento a seguito di un malore. Oltre ad un’illustre carriera accademica, vantava numerose presenze in tv  e la conduzione della rubrica all’interno de ‘I fatti vostri’.

È morto Pietro Migliaccio, presidente emerito della Società italiana di Scienza dell’Alimentazione e volto noto della tv. Specialista in Gastroenterologia, il dottor Migliaccio aveva infatti presenziato a diversi programmi televisivi nelle vesti di divulgatore,  dispensando preziosi consigli per una dieta sana ed equilibrata.

La notizia del decesso è stata divulgata attraverso il sito del suo studio medico. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, il professore aveva lavorato fino a ieri sera, attorno alle 19, quando è stato colto da un malore improvviso e ricoverato d’urgenza al Policlinico Umberto I. Davanti alla rottura dell’aorta non c’è stato nulla da fare; il professore si è spento nell’ospedale romano.

Nato nel 1934 a Catanzaro, dove si è laureato in Medicina e chirurgia, Migliaccio era docente ed esperto in Auxologia. Insegnante presso diverse università italiane, per più di venticinque anni è stato ricercatore presso l’Istituto nazionale della Nutrizione, oltre a svolgere la professione di nutrizionista e dietologo clinico nel suo studio nella Capitale.

Accanto alle numerose pubblicazioni scientifiche, il Professor Migliaccio si era dedicato anche ad un’attiva collaborazione con la stampa e con la tv a fini divulgativi: celebre, ad esempio, la rubrica condotta dal 21 settembre 2009 all’interno de ‘I fatti vostri’ su Rai Due.

LEGGI ANCHE: Bicchieri di Ikea pericolosi per la salute, ritirati dal mercato.

La notorietà sul piccolo schermo gli è valsa persino la scherzosa intervista di Fiorello, accolta con divertimento e ironia, e oggi condivisa su Twitter dal comico, che aveva intervistato il Professore in una puntata di ‘Edicola Fiore’, scherzando sulla sua erre moscia e delineando una fantomatica dieta ideale.

«La scomparsa del professor Pietro Migliaccio lascia un vuoto immenso – ha scritto Barbara Palombelli su Facebook – 50 anni di consuetudini familiari, affetto, amicizia, assistenza professionale e tanti momenti meravigliosi vissuti insieme. Lo ricorderò oggi in tv».

La camera ardente sarà allestita domani presso la camera mortuaria del Policlinico Umberto I dalle 12 alle 16, mentre  i funerali si svolgeranno il giorno successivo presso la Basilica di S. Croce al Flaminio alle 10.30.

Gina Lo Piparo

LEGGI ANCHE: Bruno Arena ritorna al cinema dopo l’aneurisma.

Tag

Gina Lo Piparo

Laureata in Scienze dell'antichità, ama la natura, i viaggi, la poesia, l'arte, la scrittura e Dio, fonte di tutte queste cose. Missionaria, crede nei valori cristiani, che intende come uno stile di vita concreto, reale e rivoluzionario.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close