Cronaca

È morto Filippo Penati, dirigente del PD ed ex presidente della provincia di Milano

È morto nelle scorse ore Filippo Penati, ex presidente della provincia di Milano dal 2004 al 2009 e sindaco di Sesto San Giovanni.

Nato a Monza nel 1952, dirigente del Partito Democratico, Penati era malato da tempo.

Lascia due figli, Simone e Ilaria.

Prima di dedicarsi alla politica a tempo pieno ha svolto la professione di insegnante e assicuratore, ed è stato inoltre vicepresidente regionale dell’Associazione Circoli Cooperativi Lombardi, un settore della Lega delle Cooperative.

Nel 2010 è il candidato del PD con il centro-sinistra alla presidenza della Lombardia: viene rieletto presidente Roberto Formigoni del centro-destra per la quarta volta, mentre Penati in rappresentanza delle minoranze viene eletto dal Consiglio regionale vicepresidente dello stesso. A causa di indagini che lo vedono coinvolto, nel 2011 si dimette dalla carica (gli subentra alla vicepresidenza del Consiglio lombardo Sara Valmaggi, sempre del PD).

Penati è morto nalla Multimedica di Sesto San Giovanni, la città dove fu sindaco per due mandati.

Lo scorso luglio quando la Corte dei Conti della Lombardia lo condannò in appello, insieme ad altre 11 persone per la vicenda della compravendita del 15% delle azioni della Milano-Serravalle dal gruppo Gavio che risale al 2005, Penati rivelò pubblicamente la sua malattia: «Un anno fa – spiegò – mi è stato riscontrato un cancro, e i medici concordano che è anche conseguenza della mia vicenda giudiziaria. Da un anno sto combattendo. Questa è la sfida più importante della mia vita. Della vicenda Serravalle si occuperanno i miei legali».

Leggi anche: Giuseppe Conte è contro il diritto alla morte.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close