Cronaca

Due anni, ucciso dalla madre: la donna lo soffoca e inscena un incidente

Una storia terribilmente macabra: la mamma ha strangolato il figlio di due anni. Poi ha inscenato un investimento e ha chiamato i soccorsi.

Voleva solo giustificarsi, la donna che ha ucciso il figlio di due anni. Ieri, alle 16.30, ha chiamato una pattuglia dei carabinieri. Gli uomini si sono recati a Piedimonte San Germano, in provincia di Frosinone, per intervenire dopo un presunto incidente.

Sul posto sono arrivati anche i soccorritori del 118 che avevano cercato di rianimare il bimbo di due anni. Di fatto, per lui non c’è stato nulla da fare. Interrogata su quanto accaduto, la madre aveva raccontato che una macchina aveva investito il figlio e poi era scappata.

La ricostruzione, però, non ha convinto né i carabinieri, né i soccorritori. Così sono iniziate le indagini che nel giro di 24 ore hanno permesso di scoprire che è stata lei, una donna di 28 anni, a uccidere il figlio.

La donna è stata arrestata questa notte con l’accusa di omicidio volontario ed è stata trasferita nella sezione femminile del carcere di Rebibbia a Roma.

Stando alle ricostruzioni, la donna e il figlio stavano facendo una passeggiata quando il bimbo si è messo a piangere. Per far tacere il piccolo, la 28enne gli avrebbe prima messo una mano sulla bocca e poi lo avrebbe strangolato, causandogli una morte per asfissia.

Dopodiché, in preda al panico, avrebbe cercato una scusa valida per la morte del figlio.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close