Storie

Donna in arresto cardiaco in treno, medico precario la salva e gli arriva una buona notizia

Carlo Santucci, 33 anni, medico precario di Roma ha salvato una donna in treno. Il governatore del Veneto: “Pronti ad assumerlo”.

Un medico romano di 33 anni, Carlo Santucci, che si trovava a bordo del treno Lienz – Diobacco, ha soccorso e salvato una donna 40enne in arresto cardiaco, con accanto la figlia di 6 anni in lacrime.

Grazie alla sua esperienza, infatti, Santucci ha tenuto in vita per 40 minuti la donna con il massaggio cardiaco (nel treno non c’è era un defibrillatore) fino all’arrivo dell’eliambulanza.

Come premio per la sua tempestiva azione – senza la quale, molto probabilmente, la donna sarebbe morta – il governatore del Veneto, Luca Zaia, lo ha invitato a partecipare alla selezione per l’assunzione di 500 medici in pronto soccorso, medicina e geriatria.

Il medico – eroe, infatti, è un precario (ha lavorato molti anni nelle ambulanze e insegna primo soccorso) e ha già fatto sapere, come riporta Il Gazzettino, che accetterebbe di cambiare città: «A Roma mi arrabatto e stavo proprio pensando di trasferirmi da queste parti», ha detto.

Il governatore del Veneto ha dichiarato:

«Saremmo onorati di avere in uno dei nostri ospedali un medico come questo. Si è ritrovato di fronte a un’emergenza sanitaria in condizioni molto più difficili di quelle di un pronto soccorso: non era in un ambiente protetto, non aveva colleghi esperti accanto, non disponeva di strumentazione, ma grazie alla sua laurea in Medicina e Chirurgia e senza una specializzazione ha salvato una vita umana».

Ecco, infine, come ha commentato la vicenda il diretto interessato, raccontando anche lo stato di sal:

«Vengo da una regione, il Lazio, in cui la sanità non è proprio al top. Mi trasferirò sicuramente in Veneto. Devo solo capire dove e valutare le possibilità che mi si stanno aprendo. Il clamore mediatico, però, non fa per me. C’è una famiglia di mezzo che sta passando momenti difficili e ha bisogno di rispetto. Ho sentito il marito della donna e mi ha detto che si sta riprendendo. Le funzioni metaboliche stanno tornando alla normalità ma ci vorrà tempo e rimane ricoverata presso l’ospedale in Austria».

E ora non resta al 33enne romano di superare la selezione… in bocca al lupo!

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close