Politica

Di Maio contro il Congresso delle famiglie: ‘Loro sono il nuovo Medioevo’

Il vice premier annuncia che non andrà a Verona. Intanto il governo ha negato definitivamente il patrocinio alla manifestazione.

“Si prepara un festeggiamento di un nuovo medioevo che io non vado a festeggiare”. Sono queste le parole forti utilizzate ancora una volta dal vice premier Luigi Di Maio. Il leader del Movimento 5 stelle è tornato ad attaccare il “Congresso delle famiglie”, che avrà luogo a fine marzo a Verona. Una manifestazione di portata mondiale che radunerà nella città veneta politici ed esperti di tutto il mondo, accomunati dal voler sostenere la famiglia naturale e la vita umana.

Dopo aver definito “sfigati” gli organizzatori, Di Maio è tornato a bersagliare la manifestazione, generando non poche polemiche nella maggioranza. I suoi alleati della Lega, infatti, saranno impegnati in prima linea durante il congresso. I ministri Lorenzo Fontana e Marco Bussetti, il vice premier Matteo Salvini sono già stati inseriti tra i relatori illustri.

Intanto, dal governo fanno sapere che la faccenda del patrocinio è del tutto conclusa. La presidenza del Consiglio non concederà il proprio logo alla manifestazione. La decisione è stata presa dal sottosegretario all’editoria Vito Crimi, neanche a dirlo, grillino pure lui.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close