Di Maio chiude ‘Radio Padania’, stop nazionale all’emittente leghista

di VoceControCorrente

Ancora pochi giorni di trasmissioni.

Anche “Radio Padania Libera” rischia di chiudere i battenti. L’emittente radiofonica della Lega è stata raggiunta da un avviso del ministro allo Sviluppo Economico, che promette lo stop alle trasmissioni nazionali nel giro di qualche giorno. Lo ha raccontato da poco il quotidiano “Repubblica“.

Il dicastero guidato dal vice premier Luigi Di Maio pare aver rilevato infatti delle irregolarità nell’operato della radio, cassa di risonanza dell’altro vice premier Matteo Salvini. In sostanza, l’emittente avrebbe potuto trasmettere i propri programmi solo su un circuito locale. Aggirando quanto stabilito da un’autorizzazione concessa il 28 agosto 2018, “Radio Padania” si è appoggiata al  Consorzio Eurodab e ha trasmesso programmi in tutta Italia.

Ora, Giovanni Gagliano, dirigente che ha firmato l’atto del Mise, dovrà correre ai ripari per ottenere nuove autorizzazioni nel giro di pochi giorni, pena la sospensione del servizio oltre il Po.

In molti, però, dietro la scelta del ministro Di Maio vedono l’ennesima sfida lanciata al collega leghista, in una campagna elettorale per le Europee che si sta rivelando senza esclusione di colpi, tra i due alleati di governo.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati